close
oman-22

Viaggio a Oman, l’eremita del Medio Oriente

 

Deserto, mare e montagne, tutto a portata di mano. Siamo a Oman, Sultanato del Medio Oriente .

 

La  vacanza può iniziare dalla capitale Muscat. Questa elegante città è la più popolosa dell’Oman ed è nota per i prodotti tradizionali che esporta: datteri, madreperla, pesce. Sorge qui, tra rigogliosi giardini e caratteristici edifici bianchi, la Grande Moschea del Sultano Qaboos, straordinario esempio di architettura islamica, la terza moschea al mondo come ampiezza. All’interno, il secondo tappeto più grande al mondo – oltre quattromila metri quadrati – e un imponente lampadario realizzato interamente in cristallo Swarosky.

 

Da non perdere il Museo Muscat Gate per un viaggio alla scoperta della città dalle origini ad oggi, e il Museo Bayt Al-Zubair, che racconta dal 1998 la storia sociale del luogo.

 

Imperdibile viaggio Oman: tra isole e isolotti, questa terra è anche il luogo ideale per praticare sport acquatici. Numerose le mete, a partire da Al Sawadi, nella regione di Al Batinah, la cui spiaggia ospita splendidi esemplari di uccelli migratori. Per chi invece non può rinunciare allo shopping e alla vita mondana, c’è la spiaggia di Al Qurm, nel cuore di Muscat, con i suoi alberghi di lusso e i mercati sempre affollati.

 

Lasciamoci trasportare dalla magia delle distese desertiche. Spettacolare il deserto di sabbia Rub al-Khali o quello roccioso di Jiddat el Harassis. Ci si può affidare ai dromedari oppure decidere di procedere a piedi o in in fuoristrada.

 

A sud, l’importante Via dell’Incenso, nominata qualche anno fa dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. È a Dhofar, precisamente, che si produce il miglior incenso del mondo, un bene che ha fatto la ricchezza del Sultanato nell’antichità e nel Medioevo. Dopo l’estrazione della resina dall’arbusto Boswellia, e la sua lavorazione in incenso, la produzione viene raccolta a Sumhurum.

 

Una curiosità: è possibile osservare i beduini nel momento della raccolta della resina, ma solo tra maggio e giugno, mesi in cui avviene l’estrazione. La lavorazione avviene invece in estate affinché la preziosa materia sia pronta entro settembre per il mercato.

 

Salalah, capitale del Dhofar, è infine considerata una delle città più bella del Golfo Persico grazie alle sue spiagge incontaminate e al mare cristallino. Circondata da montagne, è riconoscibile grazie al suo aspetto tropicale e dalle vallate con banani e palme da datteri. Da non perdere, i pasti tradizionali a base di riso e pesce o riso e carne, e il suk dove acquistare particolari souvenir come acque floreali e tessuti colorati.

 

oman-1

 

oman-wadi-shab-34

Commenti from Facebook

Tags : consigli viaggi omanguida viaggi omanomantripvacanze estate 2017viaggi omanviaggiovisit oman
Amministratore

The author Amministratore

1 Comment

Leave a Response