close
progetto-senza-titolo-13

Sono passati diversi giorni dal primo post su Zurigo. Volevo lasciare un po’ di suspance prima di raccontarvi l’esperienza a Winterthur. La seconda tappa del tour blog #innamoratidellasvizzera è proprio questa cittadina caratteristica a misura d’uomo alle porte di Zurigo.

In questo post scoprirete se Raffaella Catania, la mia partner di viaggio, è riuscita a combattere la paura delle vertigini, cosa mangiare per riscaldarsi quando la temperatura esterna scende fino a -13 gradi, come salvare il dito anulare dalla cancrena per il troppo freddo e … come sopravvivere alla puntualità dei treni svizzeri; a cui noi italiani non possiamo abituarci troppo. Cominciamo?

Sono passate diverse settimane, eppure i miei ricordi di viaggio sono ancora vividi. In questo articolo vorrei lasciarvi qualche dritta per muovervi nella bella Winterthur ma anche il consiglio di visitare la città a piedi, vista la vicinanza dalla stazione dei treni ,soprattutto con la bella stagione.

Le tappe fondamentali da non perdere a Winterthur  sono cinque.

  • Technorama Swiss Science CenterQui potrete mettere in pratica tutte le nozione logiche/scientifiche che avete imparato a scuola e scoprire quando possono essere utili nella vita di tutti i giorni. Un museo consigliato anche per gli animi più creativi, location perfetta sia per viaggiatori singoli che per le famiglie.
  •  Museo delle Belle ArtiSituato in una delle vie principali della città di Winterthur, qui sono esposte alcune tra le più belle opere di Monet, Van Gogh, Kandinsky e Picasso.
  • Villa Am Römerholz: Si raggiunge facilmente tramite una navetta in partenza dalla stazione dei treni. Qui è esposta la collezione di Oskar ReinhartCranach, Bruegel (Adorazione dei Magi nella neve, 1567), El Greco, Goya, Manet, Renoir, Gauguin, Van Gogh, Cézanne.
  •  Le Rheinfall di Schloss Laufen: le chiamano le cascate del niagara del nord europa e sono uno spettacolo affascinante. Durante la bella stagione è possibile noleggiare una canoa. Abbiamo patito molto freddo quando ci siamo trovate davanti alle cascate ma sono così belle da valere anche la quasi perdita di un dito.
  •  Il Centro storico: E’ possibile perdersi e lasciarsi incantare tra i vicoletti della città di Winterthur. Nella piazza principale, davanti all’ufficio del turismo di Winterthur è situata la torre dell’orologio. Potrete salire fino alla cima  e gustarvi la vista sulla città; panorama assolutamente suggestivo. (Ebbene sì, anche Raffaella ha raggiunto la vetta, nonostante le vertigini)

 

Cosa e dove mangiare a Winterthur

La Svizzera in inverno è soggetta a rigide temperature, l’ondata di gelo proveniente da est chiamata Burian ha peggiorato la situazione. Per questo motivo mangiare cibi caldi e nutrienti è quello che il nostro corpo necessita per affrontare il grande freddo.

Due sono i ristoranti degni di nota nel centro città a Winterthur. Il primo è all’interno del Park Hotel. Nel secondo ristorante, lo Zur-Sonne è ubicato in una zona più centrale è possibile mangiare cibo tradizionale svizzero. Il piatto forte sono i Röschti ma abbiamo trovato davvero ottima anche la fonduta.

 


old_winterthur

cascate_del_reno

winterthur6

winterthur4

winterthur3

winterthur2

winterthur

winterthur_6

travel_blogger_winterthur

tecnorama_winterthur


Segui le mie avventure in live su instagram: @bertolinielisabetta

Commenti from Facebook

Tags : blog tourelisabetta bertoliniguida di viaggio a winterthurinnamorati della svizzeramy switzerlandraffaella cataniaristoranti winterthurtravel bloggertravellervisit winterthurwinterthur
Amministratore

The author Amministratore

Leave a Response