close

Sveglia al mattino presto, il Jet-Lag che ancora batte in testa. Ma la voglia di scoprire posti nuovi è tanta. Mi rigiro tra le lenzuola profumate del mio letto, al diciassettesimo piano del CitizenM con vista panoramica su Time Square. Profumo di brioche appena sfornate nei corridoi. Pancake e marmellate a colazione. E’ tutto perfetto. Non manca nulla per stare bene. Per trovare la pace.

citizenm_hotel

ESPERIENZE DI VIAGGIO A NEW YORK

Viaggiare è un po’ la passione di tutti. Quando siamo fuori casa, la nostra testa è coinvolta in una sorta di esperienza extrasensoriale. La voglia di scoprire nuovi luoghi, il bisogno di riempire la mente di viste sempre diverse come a collezionare ricordi. Ricordi bellissimi. Come quelli che mi legano allo scorso viaggio a New York. Ma questa volta viaggio per lavoro. I miei bisogni e le mie esigenze sono altre. Non manca mai lo smartphone, un carica-batterie sempre a portata di mano. Per immortalare, non solo con gli occhi ma anche con il cuore le rapide sequenze di queste sfilate newyorkesi. E proprio questa necessità, di riscoprire anche me stessa, mi porta a osare nuovi look.

UNA TERRAZZA PANORAMICA A NEW YORK

Una mattina, ti svegli, indossi il tuo abito più bello e corri su per le scale, fino all’ultimo piano. Là, dalla terrazza panoramica ti sembra di dominare l’intero blocco di grattacieli sottostanti. Sale l’adrenalina e mentre il vento ti sposta i capelli dal viso pensi che New York è anche questo: un caffè sulla vetta di un grattacielo. Scatti una foto da vivere non solo da condividere.

pancake_citizenm_nyc

Lavoro mixato al piacere, alla compagnia alla movida. Tra un fashion show e l’altro il bisogno di trovare spazi da dedicare alla city è piuttosto difficile. Eppure, io ed Eleonora ci proviamo. Cerchiamo di assaggiare cibo nuovo, diverso dal solito piatto di spaghetti al pomodoro che siamo abituate a mangiare. Avocado a go-go, non per fare foto stereotipate ma perché ci piace davvero il sapore del cibo messicano. Hamburger, French Toast e perché no anche il Sushi. A New York non mancano tante specialità della cucina internazionale. La colazione è infatti il momento più importante della giornata. Al mattino, in hotel, scendere in ascensore, fino al piano terra, nella Hall al CitizenM di Time Square e trovare lo spazio per lavorare e mangiare i piatti tipici della tradizione americana. Riempirsi i piatti a più non posso, perché probabilmente si salterà il pranzo e forse anche la cena. Perché conciliare gli impegni in fashion week a New York è difficile. I luoghi delle sfilate distano circa quindici minuti in taxi l’uno dall’altra. Gli inviti e gli accrediti sono tantissimi e la cordialità è di casa.

NEW YORK FASHION WEEK QUANDO TORNARE?

Questa esperienza in parte mi ha cambiata, vorrei ripeterla a febbraio. Spero di riuscire preso a ritornare. Penso mentre un taxi giallo  ci porta via dalle luci ed in lontananza si intravede lo skyline più bello di sempre. Un riverbero di luci nel mare e si parte in direzione Milano. Un’altra avventura già ci attende.

palomita_dress_nyfw elisabetta_bertolini_fashion_blogger_italiane abito_lungo_fiori_palomita street_style_new_york_fashion_week total_look_palomita_new_york_fashion_week fashion_bogger_italiane palomita_long_dress_newyork

 

SHOP NOW IL MIO LOOK

TOTAL LOOK PALOMITA (QUI)

OCCHIALI DA SOLE MAX MARA via giarre.com

PH CREDITS ELEONORA MILANO

Segui le avventure delle altre due blogger coinvolte con me nel progetto Nyfw

eleonora_milano_iconlo_re_alessia_icon

Commenti from Facebook

Tags : Citizen M hotel Time Squareelisabetta bertolinigiarrecomhotel new yorklong dress a fioriNew York Citynew york fashion weekNYFWocchiali max marapalomita dresspalomita te amapancakestreet style new york fashion weektop fashion influencer
Elisabetta Bertolini

The author Elisabetta Bertolini

Nata a Cremona nel 1987, Elisabetta Carlotta Bertolini è una blogger e influencer appassionata e fantasiosa, sempre attenta alle ultime tendenze della moda. Diplomata al liceo artistico, alterna la sua vita da blogger fashionista a quella di dolce mamma della piccola Gaia. Il suo blog nasce nel 2013, esattamente il 27 marzo, e in soli due anni si afferma come uno dei più seguiti a livello nazionale e internazionale.

1 Comment

Rispondi a MARZIA AMARANTO Annulla risposta